2011 04/08

Istruzioni per Origami Semplici per Bambini

Istruzioni per Origami per BambiniOrigami, l’arte giapponese del piegare la carta. Ne abbiamo già parlate, ricordate? Sì, in maniera anche abbastanza precisa: una rana, una rosa e un cigno. Di questo abbiamo parlato, di come piegare la carta, quella comunissima carta a cui non facciamo nemmeno più caso, di come creare sogni, e dar vita a leggende. Volendo, e penso proprio di farlo, continuerò a scrivere articoli di questo genere. Spiegando come fare origami, e le varie leggende legate alle figure.

Ma non oggi. Oggi sono pigro, e lascio a voi lavorare per me. Perché oggi, nel caldo agostano, vi voglio spiegare, in generale, come si possano creare tutti gli origami. E, in particolar modo, quelli più semplici.

Come fare un origami

Impara a fare origami semplici e per bambini

Origami semplici per bambini

E la mia pigrizia odierna si vede, eccome. A parte l’essere ancora a Milano, e dover andare ogni mattina in ufficio, e il non veder l’ora di poter andare in ferie, e di poter scrivere quanto voglio. A parte le mie lamentazioni, insomma.

Ma non è di me che stiamo parlando, ma degli origami. Seguite i link in alto: entrambi portano a due pagine interessanti. Sono in inglese, è vero, ma non scoraggiatevi, sono comprensibili anche per chi non conosce nulla della lingua d’Albione. E, alla peggio, c’è Google Translate, no?

Comunque, dopo aver aperto le due pagine troverete una serie di figure, di origami finiti precisamente. Se noi clicchiamo sull’immagine potremo vedere le istruzioni per creare questi semplici origami. Attenzione, con semplici non intendo brutti, intendo semplicemente che le pieghe utilizzate sono quelle più comuni. Provate ad aprire una delle figure, e capirete cosa voglio dire.

Alcune delle figure richiedono più fogli di carta: si tratta di origami composti, possibili solo tramite all’unione di diverse figure. A volte sono figure speculari, a volte no. Non sono difficili, ma richiedono comunque un po’ di attenzione. Come attenzione richiede la scelta dei colori. E lo so, di questo non abbiamo praticamente mai parlato. Un po’ è colpa mia, che l’ho dato per scontato. E un po’ è una conseguenza delle figure di cui abbiamo dato le istruzioni. Cioè, che una rana origami debba essere creata con della carta verde è banale, no? Bene, non è altrettanto banale la scelta del colore della carta quando vogliamo creare un papero, o altre figure complesse. Complesse, ma comunque facili da realizzare.

Ok, lo so. Pare una contraddizione ma fidatevi, non lo è. Il mio consiglio, se vi va, è di seguire attentamente le figure, quelle con le istruzioni per creare origami per bambini, e di copiare spudoratamente anche il colore della carta. Almeno per le prime volte copiate tutto. E poi? Poi cominciate a sperimentare con i colori, con un pizzico di fantasia. Senza paura, direi quasi. Anche perché stiamo parlando di un’arte antica di secoli se non di millenni, arte nobile sicuramente. Ma anche di un’arte che nasce dalla sperimentazione. E, sopratutto, di un’arte, l’origami, che non taglia la carta ma la piega solamente. E, se un taglio è definitivo, per sempre, una piega no. Se sbagliamo, come raramente capita nella vita, possiamo sempre ritornare indietro e correggere i nostri errori.

Un Commento

Lascia un commento

Copyright 2009-2017 CreaGratis.com


I contenuti di questo blog, dove non diversamente specificato, sono distribuiti sotto Licenza Creative Commons.

Creagratis non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.

Privacy policy | Blogmap | Contatti
P.IVA 02618720649