Le Migliori 5 Alternative all’App Camera di Android

di Samuele

Uno degli aspetti su cui puntano tutti i produttori di smartphone è la fotocamera. La serie Lumia di Nokia-Microsoft, e alcuni modelli di HTC, LG e Sony hanno delle macchine fotografiche adatte a tutte le occasioni. E, spesso, i loro sensori riescono anche a fare delle belle foto in condizioni di scarsa illuminazione. Ma oltre all’aspetto hardware una cosa fondamentale per far delle belle fotografie con Android è l’applicazione usata. In genere l’app Camera di Android cambia da modello a modello, e dipende dal produttore. Generalmente non presenta particolari problemi. Però sul Play Store ci sono molte app camera alternative. Alcune, poi, sono da provare. Percé? Perché permettono di fare delle belle foto con smartphone Android.

Google Camera

Schermate dell'app Google Camera per Android

Google Camera è l’applicazione fotocamera ufficiale di Android. Ma non è quasi mai l’app camera predefinita di uno smartphone Android. L’apparente paradosso è dato dalla liberta lasciata da Google ai vari produttori di telefoni. E quasi tutti utilizzano pienamente questa libertà personalizzando il sistema operativo. Samsung, LG, Sony, Xiaomi, Lenovo e altri ancora non usano Google Camera in maniera predefinita, e nemmeno la preinstallano. Vale però la pena scaricarla e provarla. Anche perché ci sono alcune funzioni utili: la possibilità di creare delle foto macro di effetto, l’opzione per scattare foto panoramiche e la possibilità di fare degli scatti in stile Google Street View.

Clone Camera 2.0

Un’applicazione davvero interessante per fare foto bizzarre. Ecco, definirei così Clone Camera, un’app fotocamera che permette di fotografare uno stesso soggetto più volte nella stessa inquadratura. Di fatto possiamo creare dei fotomontaggi con noi stessi ripetuti più volte, in posizioni diverse e anche in pose diverse. E’ come avere dei cloni pronti a mettersi in posa al nostro comando. Il tutto è fattibile con un sistema di comandi abbastanza intuitivo e semplice, e con la possibilità di salvare il risultato in alta definizione.

Retrica

Schermate dell'app Retrica per Android

Per chi ama lavorare con i filtri è disponibile Retrica. Ce ne sono disponibili oltre cento, tutti personalizzabili e applicabili alle proprie fotografie. Si possono usare dopo lo scatto ma la cosa migliore è fare la foto con direttamente il filtro attivo. Si può scorrere rapidamente da un filtro all’altro, ed è anche possibile impostare larghezza e colore predominante dell’immagine prima dello scatto. Retrica è gratis ma esiste anche la possibilità di acquistare pacchetti aggiuntivi. Non sono indispensabili ma se ci si appassiona non è una gran spesa.

Cymera

Simile a Retrica, Cymera aggiunge la possibilità di applicare direttamente effetti speciali, lenti e composizioni al momento dello scatto. E’ molto ben fatta ed è pensata per chi ha un minimo di occhio artistico. Se usata bene Cymera permette di creare composizioni fotografiche in diretta e, sopratutto, di ottenere scatti originali. Di contro, all’inizio bisogna prenderci un po’ la mano, fare un po’ di prove e sperimentare tutte le combinazioni disponibili. Che sono davvero tante.

Focal (Beta)

Schermate dell'app Focal per Android

Focal è ancora in fase beta ma funziona tutto sommato già bene su CyanogenMod. Ecco, se avete una ROM CyanogenMod allora dovete assolutamnte provarla, testando le varie opzioni. Oltre alle funzioni classiche integra alcune delle caratteristiche di Google Camera (modalità burst, PicSphere, Panorama) e la possibilità di regolare manualmente molte impostazioni (luce, correzione del colore, ecc). L’interfaccia è abbastanza semplice da capire e da usare. L’unico neo è la scarsa compatibilità: in molti dispositivi non funziona a dovere e si blocca improvvisamente. Va comunque provata, prima di scartarla a priori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *