Modificare o Disattivare il Correttore Automatico di Android

di Claudia Falzone

Abbiamo recentemente parlato delle tastiere per smartphone Android e della loro comodità d’uso, sia quelle che supportano lo swype, sia quelle che hanno un sistema di previsione delle parole. Sicuramente sono uno strumento molto utile, soprattutto perché imparano a riconoscere il comportamento delle nostre dita sullo schermo. Anche il correttore automatico di default di Android può essere utile, ma dobbiamo prestare molta attenzione. Non è un caso raro, infatti, che alcuni SMS, WhatsApp o anche email possano diventare esilaranti o, al contrario, imbarazzanti al punto da creare situazioni scomode. Proprio su questo fenomeno, su Facebook è nata una pagina dedicata ai messaggi più tragicomici storpiati dal correttore automatico. Ciò avviene perché, talvolta, abbiamo impostato un livello di autocorrezione troppo elevato. A questo punto, le alternative a disposizione sono solamente due: o controlliamo mille volte cosa abbiamo scritto prima di inviare il messaggio, o disattiviamo il correttore automatico di Android. Vediamo qui sotto come fare.

Impostazioni del correttore automatico di Android

Accesso alle impostazioni della tastiera di Android

Grosso modo la procedura per disattivare il correttore automatico di Android è la stessa su tutte le versioni. Cambia, a volte, nei particolari: ma non tanto da versione ufficiale a versione ufficiale quanto per quelle personalizzate dai vari produttori. Comunque, per modificare o disattivare il correttore automatico di Android occorre accedere al menù “Lingue e Tastiera” delle “Impostazioni”. Il modo più lungo per arrivarci è selezionare le impostazioni del telefono, cercare la voce corrispondente e scegliere la tastiera che si utilizza per modificare le sue impostazioni. In alternativa si può tenere premuto per un paio di secondi il tasto virgola (questo: ,) della tastiera per accedere direttamente alle impostazioni della tastiera stessa.

Modalità della correzione automatica su Android

In entrambi i casi occorre selezionare un altro menù, “Correzione Testo”. In questo modo abbiamo a disposizione tutta una serie di strumenti da utilizzare per personalizzare la gestione del correttore automatico di Android. Ma prima di disabilitare completamente la correzione automatica è consigliabile provare ad abbassare il suo livello. Google, infatti, ha pensato bene di calibrare la sua correzione automatica su diversi livelli: se quello più aggressivo corregge troppo spesso male le parole allora è sempre possibile abbassare il livello. In genere un controllo a livello moderato è la soluzione migliore per la maggior parte delle persone.

Disabilitare-autocorrettore-06

Se però anche a livello “moderato” il correttore ortografico continua a dare problemi c’è ancora un’altra opzione da provare prima di disattivarlo completamente. In genere quando la tastiera continua a suggerire una parola – sbagliata – al posto di quella giusta la ragione è in un nostro errore. O, meglio, può essere che abbiamo inavvertitamente salvato la parola sbagliata nel dizionario personale della tastiera.

In sintesi, la tastiera accede a diversi dizionari per interpretare e correggere le nostre frasi. C’è un dizionario globale, che vale per tutti, e poi un dizionario personale creato in base ai termini che usiamo di più, e che abbiamo inserito noi stessi come “parole privilegiate”. Ed è possibile sia aggiungere che togliere manualmente le parole dal dizionario personalizzato: basta andare sulla voce omonima e scorrere la lista delle parole. Quando se ne trova una sbagliata allora è sufficiente selezionarla ed eliminarla. Invece se si desidera salvare una parola particolare è sufficiente usare il segno più e scrivere la nuova parola.

Schermata del dizionario personale dei Android

Infine, è anche possibile disabilitare i suggerimenti personalizzati. Ci sono tre diversi tipi di suggerimenti, tutti e tre selezionabili dal menù “Parole suggerite”:

  • proposte di correzione: mostra l’elenco delle parole alternative rispetto a quella appena inserita;
  • suggerimenti personalizzati: suggerisce modifiche in base al nostro stile di scrittura;
  • suggerimenti parola successiva: suggerisce la parola successiva in base a quello che di solito viene dopo la parola appena scritta.

Tutte e tre le impostazioni possono essere disabilitate, se trovate fastidiose. Infine, una soluzione più drastica è scaricare una tastiera alternativa dal Play Store: molte di queste hanno dei correttori automatici alternativi, alcune addirittura migliori rispetto a quello di Google.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *