Quale Smartphone Acquistare? Guida per Scegliere il Migliore

di Samuele

Guida all'acquisto del miglior smartphoneSfogliando i miei ultimi articoli mi sono reso conto di una cosa: ho spesso presentato liste dei migliori smartphone esistenti, magari anche divise per marca, ma non sono mai andato alla radice delle cose. In definitiva serve a poco conoscere quali sono i migliori cellulari in commercio quando non si possiede un metodo per stabilire il migliore per le proprie esigenze. Cosa che di per sé vale per ogni aspetto della nostra vita, beninteso, e che non può passare in secondo piano in un sito come il nostro. Anche perché, facendo un semplice ragionamento economico, non è sempre vero che chi più spende meglio spende. Tutto dipende da  quello che ci serve realmente: vediamo un po’ di dare qualche consiglio – spero sia bene accetto – su quale smartphone acquistare.

Quanto voglio spendere?

Quanto voglio spendere per uno smartphone?

Comincio con una domanda semplice, banale. Ma non è assolutamente scontata: quanto voglio spendere? Questione che fa il paio con un’altra: quanto posso spendere? Sembra sia la domanda meno affrontata, almeno stando alle questioni che vengono poste nei vari forum. Eppure è proprio quella da cui bisogna partire, per non perdere tempo prendendo in considerazione prodotti impossibili.

Un paio di raccomandazioni, però, mi sento in dovere di farvele. Innanzitutto tenete presente che uno smartphone più o meno decente costa attorno ai 150-200 euro. Anche se possiamo trovare buoni dispositivi anche attorno ai 100 euro, se incappiamo nella giusta promozione. Meno è difficile, se non impossibile, trovare uno smartphone. O, meglio, ce ne sono ma non me la sento di raccomandarveli. Poi, ovviamente, valutate voi.

La seconda cosa riguarda i telefoni che costano più di 300-400 euro. La valutazione del migliore, quando si entra in questa fascia di prezzo, diventa in quel caso molto soggettiva e legata ai propri gusti personali. Inutile scannarsi tra di noi per definire il prodotto più buono in assoluto: solitamente a quel livello sono tutti di ottima qualità. E quindi? Quindi valutate in base al vostro gusto, e non state troppo a preoccuparvi delle caratteristiche tecniche.

A cosa mi serve?

A cosa mi servirà lo smartphone?

Domanda numero due a cui dobbiamo per forza rispondere: a cosa serve uno smartphone? Per favore non rispondete per telefonare: tanto lo sapete che non è vero, o non lo è completamente. Possiamo tranquillamente utilizzare un cellulare per ascoltare musica, scattare foto, giocare o restare sempre connessi ad internet. E non dimentichiamo le vari funzioni social, da Twitter a Facebook passando per Google Plus. L’importante è capire quale sarà l’utilizzo principale che faremo del nostro smartphone, e da lì decidere quali caratteristiche tenere d’occhio.

Giusto per fare un paio di esempi, se vogliamo scattare belle foto conviene valutare la qualità della fotocamera, mentre se ci interessa navigare è indispensabile uno schermo grande e una connessione veloce. Cosa non fondamentale, invece, se ci interessa semplicemente avere un dispositivo in grado di telefonare da qualsiasi parte del mondo, o per ascoltare musica.

Lo so, paiono consigli scontati, e in parte anche lo sono. Ma scommetto che tutti voi siete come me: vi fate ammaliare dalle sirene della pubblicità e vi fiondereste subito a comprare l’ultimo modello appena uscito a prescindere dall’effettivo bisogno. Invece conviene riflettere un’attimo prima di buttarsi: magari per lo stesso prezzo, o addirittura spendendo meno, c’è uno smartphone migliore per le nostre necessità.

Facciamo una lista

Fare una lista degli smartphone che ci interessano

Dopo i consigli generali passiamo ai consigli un po’ più pratici. E vi consiglio di munirvi di carta e penna, o di un tablet, e di cominciare a mettere giù una lista di vari modelli di smartphone. Però capiamoci: la lista deve essere fatta in base alle risposte che abbiamo dato alle due domande di prima. Di fatto dobbiamo scrivere un’elenco di dispositivi che costino meno rispetto a quello che vogliamo spendere (o suppergiù quella cifra) e che facciano quello che noi vogliamo. Penso che già fare questo sia di ottimo aiuto a fare chiarezza su quello che effettivamente può costare il “cellulare dei nostri sogni”.

Per alcuni questa operazione, il preparare una lista dei vari prodotti disponibili, è solamente una perdita di tempo. O un esercizio ozioso. Io non penso sia così, anzi. Penso serva innanzi tutto per renderci conto se la nostra ipotesi di spesa ha un senso, e poi per capire subito se esiste un telefono con le caratteristiche che ci interessano. Non è raro scoprire che per quello di cui abbiamo necessità stiamo valutando un’ipotesi di spesa sballata: o troppo poco, o molto. Nel primo caso dobbiamo decidere se alzare il tetto massimo, o abbassare le pretese. Nel secondo caso, invece, di che vi lamentate? Si tratta di risparmiare dei soldi, e non è una cosa così brutta.

C’è anche un’eventualità abbastanza rara, quella che lo smartphone che stiamo cercando non esista per nulla. E’ un’evenienza singolare, ma vi posso assicurare, per esperienza, che per alcuni utilizzi non esiste uno smartphone specifico. In questi casi bisogna accontentarsi, e cercare qualcosa che si avvicini il più possibile alle nostre esigenze.

Confrontiamo i candidati

Confronto degli smartphone selezionati

Tranquilli, stiamo arrivando alla fine di questa guida su come scegliere lo smartphone più adatto alle proprie esigenze. Guida che, in realtà, può essere facilmente convertita per essere utilizzata anche in altri ambiti. Ma questo è un altro discorso, e non ha senso affrontarlo ora. Torniamo perciò a parlare di smartphone, e di gadget tecnologici.

Riassumendo abbiamo visto come stilare una lista dei dispositivi più adatti a noi. Ora si tratta di capire quale tra questi è il migliore (sempre in base a quello che serve a noi, ovviamente). Devo ammettere che si tratta della parte più divertente, quella che mi piace di più quando devo prendere una decisione: si comincia a valutate pro e contro di ogni cellulare, assegnando un voto (o una stellina, se anche voi utilizzate questa tecnica). Poi si mettono in ordine i vari cellulari e si inizia lo spareggio tra i primi. Io di solito confronto tra di loro i primi 4-5, un po’ come se fosse un campionato. Alla fine decido sempre in base a questa specie di spareggio.

C’è una cosa che mi sento di dover però ribadire: tutte le valutazioni, i confronti, i voti o i punteggi vari devono essere dati sempre tenendo presente quello che ci serve. Inutile stare a seguire troppo le mode, o i consigli altrui. Anche perché alla fine i soldi che spenderemo saranno i nostri. E il cellulare sarà sempre con noi: perché spendere per qualcosa che non ci piace, o non si adatta all’utilizzo per cui lo stiamo comprando?

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *