Ridurre il Consumo di Dati Quando si Naviga con lo Smartphone

di Massimo

Ridurre il consumo di dati quando si naviga con lo smartphoneProprio qualche giorno fa tra i consigli e trucchi per Android che dovresti conoscere abbiamo accennato su come disabilitare la connessione dati o limitarne l’uso, dato che la maggior parte degli utenti se non quasi tutti hanno dei limiti mensili o settimanali dell’abbonamento internet; questa limitazione dei dati mobili fa sì che spesso dobbiamo limitarci nell’utilizzo di internet dal nostro smartphone, ma esiste un modo molto pratico per ridurre il consumo di dati quando navighiamo con lo smartphone, vediamolo nelle prossime righe.

La compressione dei dati

Prima di vederne l’utilizzo pratico vediamo di cosa si tratta: normalmente durante la navigazione web dal nostro smartphone per visualizzare una pagina web inviamo una richiesta e successivamente otteniamo i dati che rappresentano la pagina web; i server che rispondono con le pagine richieste sono direttamente i server web  che dispongono delle pagine web che vogliamo vedere.

Recentemente alcuni browser web hanno introdotto la compressione dei dati, un metodo molto efficiente per ridurre il “peso” delle pagine web, mettendosi in mezzo alle nostre richieste: in pratica quando richiederemo la visualizzazione di un sito web il server del nostro browser effettuarà la richiesta per noi, comprimerà la pagina e successivamente ce la invierà.

Questo permette una notevole riduzione del consumo dati effettivo, perdendo solamente di effettivo la qualità delle immagini ma migliorando la velocità di navigazione in caso di connessioni lente, visto che la pagina web sarà ben più leggera da caricare; in caso invece di connessioni molto veloci le pagine web potrebbero caricarsi più lentamente poiché di mezzo c’è un server in più che segue un passaggio ulteriore, tuttavia salvo connessioni davvero veloci non noteremo grosse differenze.

Come abilitare la compressione dei dati

Ora la parte pratica: premettiamo che al momento i browser web che offrono la compressione dati sono Opera e Chrome, per cui sarà necessario scaricare e utilizzare uno dei due per usufruire della compressione dati.

La compressione su Chrome è attivabile da “Impostazioni –> Gestione larghezza banda” mentre su Opera è nota come modalità Off-Road.

Schermata della modalità Off-Road di Opera

La comodità di questa tecnologia è che una volta abilitata la compressione dati non dovremo far altro che navigare come abbiamo sempre fatto, mentre il nostro browser web saprà di dover gestire le richieste delle pagine web diversamente. I dati risparmiati effettivi possono variare molto in base ovviamente alle pagine web che visitiamo: alcune possono essere notevolmente compresse, specie se presentano molte immagini o immagini pesanti, altre possono essere ridotte di poco; in breve è possibile risparmiare fino al 70% dei dati con una media che possiamo stabilire intorno al 40/50%.

Schema del risparmio dei dati di connessione grazie a Chrome

Una funzionalità di questi browser molto comoda, si attiva con pochi click e non rinunceremo a quasi nulla se non a qualche piccola latenza in alcuni casi e a immagini ridotte di qualità; un piccolo prezzo per un notevole risparmio di dati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *