2013 09/07

Ritrovare Smartphone Android Perso senza Applicazioni di Tracciamento

Ritrovare smartphone Android perso senza applicazioniUno dei proverbi che non ho mai sopportato è “non piangere sul latte versato”. Sì, è vero, ha una sua logica: dopo che abbiamo combinato un guaio, o ci è capitato qualcosa di brutto, è inutile stare a lamentarsi. Sopratutto se non c’è modo di rimediare. Ma, capitemi, per indole personale sono portato a cercare sempre un modo per riaggiustare la situazione, per – restando nella metafora – raccogliere il latte e rimetterlo nella bottiglia. Capita così che quando un mio amico ha perso il telefono non mi sono limitato a commiserarlo per non aver installato una qualche applicazione di tracciamento, o qualche programma per ritrovare uno smartphone Android perso o rubato. O, meglio, un po’ l’ho anche fatto ma poi siamo riusciti a trovare una soluzione. Ed ha funzionato, grazie anche a un pizzico di fortuna.

Android Lost

Schermata dell'installazione dell'applicazione Android Lost

Perché un pizzico di fortuna è stata fondamentale, senza quella non c’era proprio verso di ritrovare il smartphone disperso. Ma cosa abbiamo fatto? Bé, in pratica abbiamo utilizzato una funzione utilissima del Google Play, il market online di Google. Tutti noi sicuramente sappiamo che per installare un’applicazione sul nostro telefono dobbiamo accedere al Google Play dal telefono stesso. Ma non tutti – incredibile ma vero – sanno che possiamo installare un’app anche da PC con il browser. In pratica entriamo con il nostro account di Google nel market, troviamo l’applicazione che ci interessa, la compriamo (se è a pagamento) e poi la scarichiamo. O, meglio, diamo ordine allo store di scaricare l’applicazione direttamente sul nostro telefono dovunque esso sia.

Troppo bello per essere vero? Bé, sì. In parte. Perché ci sono alcune condizioni che devono avverarsi affinché questo trucco funzioni. Innanzi tutto il telefono deve essere acceso (ovvio), connesso a internet (meno ovvio) e collegato con il nostro account. Che se l’abbiamo solo perso allora non dovrebbe essere un problema; in caso contrario, se ce l’hanno rubato, bé, allora il ladro deve essere o uno sciocco o uno sprovveduto per non aver ancora cambiato l’account collegato al telefono.

Schermata del sito di Android Lost

Se siamo così fortunati da veder realizzate tutte e tre le condizioni allora abbiamo speranza, possiamo recuperare la posizione del nostro telefono. E, di conseguenza, ritrovare il nostro smartphone Android perso o rubato. Cosa dobbiamo fare? Dopo aver installato l’applicazione Android Lost (il link lo trovate sopra, basta cliccare sul titolo del paragrafo) è il momento di attivare l’applicazione stessa. Per farlo dobbiamo inviare un SMS al nostro numero (ok, è una quarta condizione sine qua non, lo ammetto). Ma non un sms qualsiasi, nel messaggio devono esserci queste parole:

androidlost register

In questo modo abbiamo registrato il nostro telefono all’applicazione e possiamo risalire alla posizione del telefono stesso. Come? Attraverso il sito Android Lost: clicchiamo su SIGN IN e usiamo il nostro account Google per fare il login. Dopo di ciò andiamo nella pagina CONTROLS: da lì ptoremo controllare la posizione del telefono da remoto.

Se non riuscite subito a trovare la posizione del vostro telefono non preoccupatevi, potrebbe volerci un po’ di tempo perché il telefono venga registrato e rintracciato. Se siamo abbastanza sicuri di aver perso il telefono nelle vicinanze, magari nel nostro appartamento, o in ufficio, allora possiamo anche sfruttare una seconda possibilità: fare lampeggiare lo schermo e far partire un allarme a tutto volume. In questo modo dovremmo trovare rapidamente il nostro smartphone.

Schermata di esempio della localizzazione di uno smartphone perso

Comunque, se il nostro telefono non è vicino a noi, e non abbiamo idea di dove possa essere, possiamo visualizzare la sua posizione su una mappa Google. Ovviamente tenete presente che la posizione può anche essere molto approssimativa se il GPS è spento, o se il telefono si trova in alcune zone rurali (leggi campagna, o montagna: la copertura italiana è a volte abbastanza imprecisa).

E se il nostro telefono non dovesse risultare mai registrato anche dopo qualche giorno? Bé in questo caso lo possiamo dare per perso. Il ladro ha probabilmente rimosso il nostro account e inserito un’altra SIM. Oppure, se l’abbiamo solo perso, nel frattempo il telefono si sarà completamente scaricato. Non dimentichiamoci però che per prevenire queste situazioni è sicuramente meglio installare sin da subito sul nostro dispositivo qualche applicazione per ritrovare subito uno smartphone perso o rubato.

Lascia un commento

Copyright 2009-2017 CreaGratis.com


I contenuti di questo blog, dove non diversamente specificato, sono distribuiti sotto Licenza Creative Commons.

Creagratis non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.

Privacy policy | Blogmap | Contatti
P.IVA 02618720649