Come Trasformare Foto in Disegni Creando l’Effetto con Photoshop (3/3)

di Samuele

Come trasformare foto in disegni con PhotoshopRieccomi. Dopo qualche giorno riprendo in mano gli articoli guida su come trasformare le foto in disegni utilizzando PhotoShop, e lo faccio per l’ultima volta. No, non è l’ultimo articolo dedicato alla fotografia digitale, semplicemente è l’ultimo di questa serie. Fino ad ora abbiamo affrontato i primi 6 passi necessari per ottenere i nostro disegno “artificiale”, oggi faremo gli ultimi e concluderemo la scalata. Solo una cosa mi auguro, prima di concludere il cammino assieme a voi: spero abbiate capito come questa guida tratti semplicemente un caso. Il metodo di lavoro che stiamo seguendo è sì generalizzabile ma deve essere comunque affinato con l’esperienza e in base ai gusti di ognuno. Detto questo riprendo il discorso interrotto. E lo riprendo esattamente da dove eravamo rimasti.

Passo 7

Passo nel quale viene applicato l'effetto mosso alla foto

E non mi dite che siete stanchi, dopo questi giorni di pausa. Spero siate, invece, impazienti. Tranquilli, la meta è vicina, la vetta a un passo. O quasi. Passiamo al livello Girl 3 (la terza copia, insomma) e utilizziamo Crosshatch (che trovate presso Filter > Brush Stokes > Crosshatch). I valori sono:

  • Stroke Lenght: 50
  • Sharpness: 14
  • Strength: 3

Applichiamo un’altra sfuocatura  (Filter > Blur > Gaussian Blur) ma questa volta con raggio 0.4 px. Il nome del livello sarà Crosshatch. Tradotto per i non anglofili significa Mosso.

Passo 8

Applicare l'effetto opacità al livello 4

Indovinate un po’? E’ il momento del livello 4, di Girl 4. Portiamo l’opacità all’85% e aggiungiamo una maschera di livello. Impostiamo come colore in primo piano il bianco e selezioniamo un pennello. Io vi consiglio di impostarlo secondo questi valori:

  • Size: 150px
  • Hardness: 0%
  • Opacity: 20%

Utilizziamo questo strumento per far risaltare i particolari del viso come gli occhi, le labbra, il naso. Il nostro obiettivo è di mantenere l’effetto artistico dei primi livelli e nel contempo eliminare lo sporco e le sbavature .Quando siamo soddisfatti del risultato applichiamo un’effetto mosso al livello 4.

Passo 9

Immagine del passo numero 9

Recuperiamo Girl 5 e andiamo nelle impostazioni di livello. Qui passiamo da blend mode a color burn. Dopo di ciò creiamo la corrispettiva maschera di livello. Il nostro scopo è semplice: rendere un po’ più scuro il viso e il corpo rispetto allo sfondo e rendere più chiaro il disegno. Affiniamo il risultato con il nostro pennello (per le impostazioni vedi sopra) fino a ottenere un risultato simile a quello nell’immagine qui sopra.

Passo 10

Utilizzo del filtro bordi brillanti

Uno dei problemi principali nei programmi che trasformano automaticamente le foto in disegni è dato dai bordi. Ci avete mai fatto caso? Quando disegniamo solitamente contorniamo i nostri disegni, o comunque utilizziamo dei margini per rafforzare i confini tra le varie figure in un’immagine. Difficile farne a meno quando utilizziamo le matite. Ovviamente il discorso è diverso per l’acquarello ma non è il nostro caso. Per ovviare al problema andiamo dalla ragazza numero sei, Girl 6, e selezioniamo il filtro per i bordi brillanti (Glowing Edges) utilizzando questi valori:

  • Edge Width: 1
  • Edge Brightness: 20
  • Smoothness: 10

Invertiamo i colori della maschera e impostiamo la luminosità e il contrasto in questa maniera:

  • Brightness: 150
  • Contrast: 100

Impostiamo la trasparenza al 75% e, come visto fino ad ora, utilizziamo il pennello per ritoccare le eventuali imperfezioni. Chiamiamo questo livello “margini”.

Passo 11

Immagine del passo numero 11

Andiamo al livello 7 e ripetiamo le mosse fatte per Girl 5. Solamente cambiamo alcuni valori nel filtro Motion blur, usiamo questi:

  • Angle: 0
  • Distance: 600px

Applichiamo poi il filtro “watercolor“, acquarello, e di seguito l’effetto Shear. Fatto ciò ruotiamo verso sinistra tutto il livello. Non tanto, solamente di qualche grado, quanto basta per creare l’effetto di pittura a mano e non di semplice copia incolla a PC.

Passo 12

Inserimento del livello texture

Finalmente è giunto il momento di utilizzare il secondo file, quello che vi ho fatto scaricare nella prima parte di questa guida. Inseriamo la texture come nuovo livello al primo posto. Cambiamo il coloro rendendola un po’ più scura. Il livello della texture è un po’ più grande rispetto alla nostra immagine, questo ci permette di sistemarla come meglio crediamo giocando con il contrasto e con l’effetto che può creare con il viso della nostra ragazza.

Passo 13

Utilizzo dell'effetto Sin City

Volendo il nostro lavoro si potrebbe concludere così. Di fatto abbiamo tutti gli elementi necessari per fondere i vari livelli e creare così un’unica immagine con la nostra ragazza disegnata. Ma ho voluto aggiungere un piccolo effetto speciale, un effetto alla Sin City. Avete presente il film di cui parlo, vero? E’ di qualche anno fa ed è girato con una tecnica cinematografica particolare. I personaggi, i paesaggi, gli oggetti sono tutti in bianco e nero, come se fossero per l’appunto dei disegni. Ma alcuni particolari sono colorati. Gli occhi di alcuni personaggi sono azzurri, le ferite rosse (a volte, non sempre), e così via. L’effetto finale è molto bello, e lo possiamo ottenere anche noi. Come?

Cominciamo con sistemare la saturazione del livello 8 (non mi ricordo, l’avevamo già creato? se così non fosse facciamo un bel copia incolla) in questa maniera:

  • Hue: 0
  • Saturation: 20
  • Lightness: 0

Creiamo una maschera di livello e cominciamo a cancellare la parte che non ci interessa vedere colorata. Infine impostiamo il livello con una trasparenza del 30%.

Passo 14

Immagine del risultato finale

Bene, e con questo abbiamo tutto. Ora possiamo unire i vari livelli in uno solo e salvare l’immagine nel formato che preferiamo. Meglio, conserviamo una copia dell’immagine nel formato nativo di Gimp, o di Photoshop: potremo così conservare tutti i livelli e le caratteristiche della foto. Poi fondiamo i vari livelli e salviamo il tutto in JPG, o nel formato che preferiamo, per poter condividere la nostra creazione con chiunque.

Direi di aver concluso. Il nostro cammino è giunto alla sua conclusione, la vetta è stata raggiunta. Spero di essere stato utile, e di aver scritto una guida in grado di spiegarvi come trasformare una foto in un disegno. In questo tutorial mi sono limitato, ci siamo limitati a spiegare come lavorare con il bianco e nero. Utilizzare i colori non è molto diverso ma richiede qualche trucchetto in più, e un po’ di competenza superiore al livello base. Chissà, magari se il tempo me lo permette affronterò anche questo aspetto. Per il momento auguro a tutti buon divertimento.

Parte 1/3Parte 2/3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *