2014 25/03

Applicazioni Android per Aumentare la Durata della Batteria

  • Scritto da Samuele
  • Categoria: Android

Applicazioni Android per aumentare la durata della batteriaPiù i telefoni diventano simili ai PC, più diventano potenti e ricchi di funzioni, più belli e con applicazioni avanzate, più accade tutto questo più diminuisce l’autonomia e la durata della batteria. Prima che i cellulari diventassero smartphone era abbastanza raro trovarsi a dover ricaricare il dispositivo a metà giornata. E, non per nulla chi deve essere sempre reperibile usa telefoni semplici, o un vecchio modello. Io, per dire, ho ancora un vecchio Nokia, di quelli indistruttibili, sempre con me, nel caso non potessi ricaricare il mio Samsung Galaxy. Però è anche vero che con alcuni trucchi si può aumentare di molto la durata della batteria di un telefono Android. Magari usando un’applicazione specifica.

Come funzionano le applicazioni

Immagine sul risparmio della batteria Android

Non sto a ripetere per tutte e tre queste applicazioni il loro funzionamento generale. Il concetto base è sempre lo stesso, lo spiego subito e poi riporto, rapidamente, una caratteristica interessante per ognuna di queste tre applicazioni per aumentare l’autonomia di uno smartphone Android.

Allora, il concetto base è facile: meno si usa un telefono più a lungo dura la batteria. Ne consegue che il modo migliore sarebbe tenere lo schermo sempre spento (sì, il display è praticamente la cosa che consuma più energia, assieme alle telefonate: le videochiamate sono mediamente micidiali). Il secondo passo prevede il blocco di tutte quelle applicazioni che continuano a funzionare sempre. E’ facile capire quali sono, sono quelle da cui si ricevono notifiche: mail, WhatsApp, Facebook, Google, giochi vari e così via. Il problema non è tanto la notifica in sé quanto il fatto che mantengono il telefono sempre attivo. L’ultimo passaggio riguarda il Wifi, il Bluetooth, il GPS, la connessione dati: spegnendo tutti i modi con cui un telefono comunica all’esterno allora la batteria viene messa meno sotto sforzo, e aumenta l’autonomia. Questo è comodo, perché permette di ricevere chiamate, anche se non si riceve nessuna notifica, o mail.

Capito il concetto base resta la questione: cosa fanno queste tre applicazioni? Combinano queste tre operazioni (spegnimento dello schermo, blocco delle applicazioni in background, pausa nel funzionamento dei vari componenti hardware) per tentare di garantire sia una grande autonomia che tutte le caratteristiche avanzate degli smartphone moderni. Con risultati altalenanti.

2x Battery

Immagine dell'applicazione 2x Battery per Android

Allora, la prima applicazione non fa molto di più che gestire automaticamente i tre punti. E’ possibile personalizzare, poco, i vari aspetti e ottenere un report con il confronto tra il risparmio della batteria usando l’applicazione, e senza. Diciamo che è un’applicazione semplice, fa il suo dovere senza troppi fronzoli e complicazioni. Ed è tradotta in italiano, rendendo ancora più facile il utilizzo per chi non sa bene l’inglese.

Deep Sleep Battery Saver Pro

Immagine dell'applicazione Deep Sleep Battery Saver Pro per Android

La seconda applicazione è un po’ più complessa, e completa. Esiste in due versioni, una gratis e una a pagamento, costa circa 2 euro, ma vale la pena di spenderli. Perché? Perché in questo modo è possibile creare un profilo personalizzato differenziato. In pratica se non si paga nulla si hanno a disposizione 5 diversi profili:

  • Gentile
  • Equilibrato
  • Forte
  • Aggressivo
  • Dormiente.

Il primo permette di risparmiare meno batteria, l’ultimo aumenta l’autonomia moltissimo, ma rende il telefono poco più che un cerca persone.

Comunque, con la versione a pagamento è possibile combinare e personalizzare i vari profili raggiungendo la soluzione perfetta per ognuno. E, ancora più importante, è possibile avere un profilo diverso in base al giorno della settimana, al luogo e all’ora del giorno.

JuiceDefender – battery saver

Immagine dell'applicazione JuiceDefender - battery saver per Android

Infine c’è JuiceDefender: non è così completo, anche se si presenta bene e riesce a intervenire a fondo sul WiFi e sul 3G per aumentare l’autonomia dello smartphone. L’interfaccia è ben curata, ed è effettivamente facile da usare. Ed è gratis.

Lascia un commento

Copyright 2009-2017 CREAGRATIS.COM


I contenuti di questo blog, dove non diversamente specificato, sono distribuiti sotto Licenza Creative Commons.

Creagratis non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile per i loro contenuti.

Privacy policy | Blogmap | Contatti
P.IVA 02618720649