Le Migliori 10 App di Client Torrent per Android

di Samuele

Oramai gli smartphone sono dei veri e propri computer, strumenti potenti utili per lavorare, giocare, comunicare. Hanno molte caratteristiche simili ai personal computer di qualche anno fa: si possono installare applicazioni, personalizzare la grafica, avere più programmi in esecuzione contemporaneamente. E anche usare i torrent, se il piano tariffario è abbastanza generoso nel traffico dati, o se si è connessi a una rete WiFi. Di solito quando si parla di torrent viene naturale pensare, a molti, alla pirateria. In realtà è un modo molto veloce e funzionale per scaricare file di grandi dimensioni in poco temo. Alcuni siti, per esempio, permettono di scaricare i giochi acquistati, legalmente, attraverso un client torrent. E non è l’unico caso. Per questo, a volte, può servire avere un torrent per Android installato sul proprio smartphone. Vediamo quale scegliere.

Indice delle applicazioni:

  1. BitTorrent
  2. aTorrent
  3. Vuze
  4. uTorrent
  5. tTorrent
  6. aDownloader
  7. LibreTorrent
  8. ZetaTorrent
  9. Scaricatore Torrent Android
  10. DrTorrent

1. BitTorrent Free^

Schermate dell'app BitTorrent Free per Android
Comcinciamo con BitTorrent Free, ovvero la versione gratuita dell’applicazione. Di tutte e tre le app in esame esiste anche una versione a pagamento, ma non è necessario acquistarla, a meno che non servano funzioni particolari. Per esempio, BitTorrent funziona bene, è un client torrent per Android veloce e reattivo, per lo meno su terminali di fascia media. Si può impostare il download in solo WiFi, il che permette di risparmiare il traffico dati quando non si è connessi a una rete wireless. L’unica funzionalità che manca, e che reputo importante, è la gestione del risparmio energetico. O, meglio, c’è ma è appannaggio della versione a pagamento.
Dal punto di vista grafico, questo client torrent ha uno stile moderno ed elegante: molto spazio bianco, font chiari, icone consistenti con lo stile complessivo, ombre utilizzate propriamente e una posizione dei comandi facile e intuitiva. Effettivamente BitTorrent ha un bel design, e questo semplifica molto l’utilizzo dell’applicazione e l’impostazione del download dei torrent.
La versione gratis prevede due barre pubblicitarie nell’applicazione, una in alto e l’altra in basso. Tutto sommato non sono troppo invadenti e si possono tranquillamente ignorare. Le funzioni fondamentali le svolge tutte: possiamo scaricare torrent, impostare l’ampiezza della banda da dedicare a ogni operazione, controllare le diverse impostazioni. Ma non c’è la possibilità di scaricare un singolo file all’interno di un Torrent. Cosa non grave se siamo “attaccati” alla rete WiFi dell’ufficio, o se siamo su un computer “normale”. Diverso il discorso se stiamo navigando utilizzando una connessione a pagamento, o se c’è poco campo.

2. aTorrent^

Schermate dell'app aTorrent per Android
Anche aTorrent è un client torrent per Android funzionale, reattivo e veloce. Dalla scheda impostazioni è possibile impostare le opzioni di risparmio energetico, modificare il limite di banda dedicata al download e all’upload, e decidere se limitare il funzionamento solo in presenza di connessione WiFi, evitando di utilizzare tutto il proprio piano dati un una mezza giornata.
Peccato per il design poco curato. L’applicazione appare meno curata, con un’interfaccia grafica confusionaria e comandi mal disposti. Anche le opzioni, seppur complete, risultano difficili da individuare e da impostare correttamente al primo tentativo.
In compenso la pubblicità è poca, limitata ad un unica unità pubblicitaria, peraltro nemmeno presente in tutte le pagine e tutte le volte che si lancia il client.

3. Vuze^

Schermate dell'app Vuze per Android
La terza applicazione in esame è Vuze, ed ha tutte le caratteristiche fondamentali di un client torrent per Android. Manca però la possibilità di disabilitare automaticamente il download quando la batteria è scarica, e comunque di impostare un piano di risparmio energetico personalizzato. Ci sono anche dei rallentamenti nel momento in cui si aggiunge in lista un file torrent, e l’applicazione ogni tanto pare bloccarsi per qualche istante. Però poi il download parte, e si scaricano i file anche abbastanza velocemente.
L’interfaccia è pulita ma non curata abbastanza. Lo stile e l’abbinamento dei colori (grigio, bianco e blu) è azzeccato, ma la disposizione dei vari elementi non è sempre intuitiva sopratutto in alcune schermate. Questo non è un problema, dopo averci fatto l’abitudine, ma lascia l’impressione di un’applicazione grossolana. Efficace, efficiente ma grossolana.
Però è anche l’unico client torrent per Android a non avere pubblicità: cosa che vale la pena sottolineare e apprezzare.

4. uTorrent^

Immagine di uTorrent per Android
uTorrent risulta tra le più rapide quando dobbiamo scaricare file di grandi dimensioni. Quello che non capisco, invece, è perché l’applicazione stessa sia così pesante e lenta nell’installarsi. Spero, per voi, si tratti solo di un problema limitato al modello del mio smartphone altrimenti vi conviene approfittarne per farvi un caffè.

5. tTorrent^

Immagine di tTorrent per Android
Mettiamola così: se volete scaricare file leggeri potete usare tTorrent senza problemi. Altrimenti o aprite il portafogli e comprate la versione PRO oppure cambiate applicazione. Perché? Bé, perché tTorrent nella sua versione gratuita limita la velocità di download a 250kB/s, velocità che personalmente trovo bassa. Ma, se ci pensiamo un attimo, stiamo pur sempre parlando di download tramite cellulare, e per un uso estemporaneo può anche essere sufficiente.
Già, “uso occasionale” è proprio il consiglio giusto. Perché tTorrent comprende al suo interno un motore di ricerca per recuperare direttamente i vari torrent senza obbligarci ad uscire dall’app. Che se siete “professionisti del download” non vi fa né caldo né freddo. Ma se, al contrario, non sapete che pesci pigliare e vi serve un programmino giusto per scaricare l’ultimo episodio della vostra serie preferita allora troverete questa funzione molto utile.
Ora so che gli sviluppatori di tTorrent mi odieranno, ma ve lo dico sinceramente: usate pure la versione Lite ma personalmente non vedo il motivo per comprare quella a pagamento. Almeno per il momento non ho notato caratteristiche che, per me, valessero la spesa.

6. aDownloader^

Immagine di aDownloader per Android
aDownloader integra un motore di ricerca interno per scovare i vari torrent in giro per la rete. Ed è gratis. Completamente? Bé, sì, anche perché utilizza degli avvisi pubblicitari. A dire il vero il discorso della pubblicità sulle applicazioni Android (o per iPhone) è discorso delicato. Personalmente ritengo che se utilizzate un tablet o uno smartphone dallo schermo ampio allora gli annunci non vi daranno fastidio. Ma se il vostro smartphone ha una definizione bassa o un display di pochi pollici probabilmente potrete incontrare delle difficoltà.

7. LibreTorrent^

LibreTorrent

Libre Torrent è un’applicazione gratuita per dispositivi Android ed è un client di file torrent. Essenzialmente consente di scaricare e condividere sul proprio device qualsiasi tipo di file torrent, anche di grandissime dimensioni. Che funzioni sono implementate?

  • Filtro IP
  • Possibilità di settare le impostazioni di rete, il risparmio energetico e le impostazioni dell’interfaccia utente
  • Supporta il download di multi-file
  • Supporto al magnet link
  • Possibilità di gestione dei file e delle cartelle
  • Possibilità di impostare le priorità di download
  • Interfaccia ottimizzata anche per tablet
  • Supporto di TV Android

8. ZetaTorrent^

ZetaTorrent - Torrent App

Altro utilissimo client torrent (consigliatissimo dagli utenti che hanno avuto modo di testarlo) per Android è senza dubbio ZetaTorrent. Da quando è stata creata questa applicazione, la maggior parte degli utenti che è riuscita a testare le sue funzionalità non fa altro che indicarle e segnalarla come la migliore app per client torrent in assoluto. Vediamo ora quali sono le sue principali caratteristiche:

  • Supporta il client ftp Samba
  • La gestione del browser è molto completa (si possono consultare i preferiti, sfuttare la funzione magnet-link, presenza di un ADS Blocker e molto altro ancora)
  • Supporta schede SD Esterne
  • Consente l’utilizzo di tutte le reti
  • Permette di salvare file torrent in cartelle specifiche
  • Presenza di una barra relative alle notifiche
  • Port mapping Port, UPnP e NAT-PMP
  • Impostazione della velocità di download e upload oltre che limitazione del numero di connessioni

9. Scaricatore Torrent Android^

Scaricatore Torrent Android

Scaricatore Torrent Android non è altro che un’app Android che permette di scaricare in modo semplice e veloce file torrent. Lo strumento si usa in modo semplice, infatti basta solo importare un file torrent o incollare un magnet-link e l’app provvederà immediatamente a scaricare il file selezionato. Cosa si può scaricare con questa ottima app? Si può effettuare il download di quasi la totalità dei file come video, film, musica, ebook, archivi ZIP e immagini ISO. La risorsa si può configurare a 360° e permette anche di mettere in pausa ed avviare un download quando se ne ha bisogno ed è una caratteristica estremamente utile soprattutto quando non si ha a disposizione una connessione Wi-Fi (per risparmiare i GB della connessione dati). Riassumendo le caratteristiche principali sono:

  • Supporto Magnet link e file torrent
  • Nessun limite di velocità imposto
  • Supporta le schede SD
  • Ricerca interna dei file torrent
  • Possibilità di personalizzare le opzioni di connessione
  • Supporto ai proxy e alla crittografia
  • Programmazione dei download
  • Creazione di torrent personalizzati da un file o una cartella sul dispositivo
  • Visualizzazione avanzata delle attività di rete (download e upload)

10. DrTorrent^

DrTorrent

Dr Torrent è l’ultima applicazione gratuita per client torrent da sfruttare ed utilizzare su Android. Questo tool permette essenzialmente di cercare e scaricare i torrent in modo veramente semplice e può essere utilizzato da tutti gli utenti, anche da quelli che hanno poca esperienza in questo settore. Vediamo ora quali sono le features principali di questa applicazione:

  • Funzione di ricerca incorporata nell’app
  • Modalità streaming (video o file audio sono riproducibili durante il download)
  • Creare nuovi file torrent
  • Impostare la priorità dei download
  • Modalità di risparmio della batteria
  • Possibilità di sfruttare le connessioni Wi-Fi
  • Disabilitare le connessioni in entrata
  • Impostare eventuali limitazioni in download e in upload

Con quest’ultima applicazione ho concluso il mio articolo. Prima di salutare i miei cinque lettori vorrei però precisare due cose. La prima è una questione meramente economica: se il vostro piano tariffario prevede una navigazione a tempo o a scatti non scaricate nemmeno queste applicazioni, finirete per spendere un piccolo patrimonio per scaricare due canzoni.
La seconda cosa riguarda una caratteristica di queste applicazioni: tutte e cinque scaricano direttamente nella memoria del nostro dispositivo il contenuto dei torrent. Ma esiste anche un’altra categoria di applicazioni, quelle che permettono di controllare i torrent del nostro PC tramite uno smartphone. In pratica possiamo comandare a distanza i torrent semplicemente configurando correttamente PC e telefono. Il vantaggio di questa soluzione è evidente: potremo mettere in download qualsiasi cosa in ogni momento ma non dovremo tartassare il nostro smartphone chiedendogli di svolgere tutta la fatica da solo. Ma di questo parleremo un’altra volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.