Quale Scegliere tra iOS, Android e Windows Phone?

di Samuele

iOS-Android-Windows-PhoneQuando tutti ti conoscono come “quello smanettone” è difficile evitare che qualcuno ti chieda un consiglio in ambito tecnologico. Se va male chiedono qualcosa di noioso, se va bene chiedono consiglio su che tablet e smartphone comprare. E, mediamente, la mia risposta è sempre la stessa: un modello con Android. Perché? Perché è il mio sistema preferito, quello che uso di più e conosco meglio. Anche se ad essere sinceri tutti e tre i più diffusi sistemi operativi per tablet e smartphone sono interessanti, utili e tutto sommato ben fatti. Quindi per una volta vale la pena spendere un po’ di tempo per scoprire pregi e difetti di tutti e tre, di iOS, Android e Windows Phone.

iOS

Immagine generica di 3 iPhone

Comincio con il sistema operativo più vecchio, quello che nel bene e nel male ha segnato una svolta: iOS. Perché per quanto uno possa far finta di niente, per quanto uno possa negarlo è innegabile come il primo iPhone, e iPod, abbia cambiato il mondo della telefonia. Per la prima volta uno smartphone è stato alla portata di tutti, facile da usare, intuitivo ed elegante. E poi, quando arrivò iTunes, quando abbiamo cominciato a installare applicazioni a più non posso, allora l’iPhone è davvero diventato un piccolo Mac portatile usato, talvolta, anche per telefonare.

Il grande pregio di iOS è tutto qui: semplicità, eleganza e una certa dose di rigidità. Sì, rigidità, perché per essere semplice e usabile da tutti senza sforzo deve anche impedire alcuni errori, alcune sperimentazioni. L’ho già detto, a me questo non piace, adoro smanettare e ho oramai smesso di contare i telefoni e i gadget che ho smontato. E rotto, anche. Con iOS questo non è possibile se non facendo molta fatica.

Ho mai consigliato iOS? Sì, mi è capitato in alcune occasioni. E non indovinereste mai, ma un iPhone l’ho anche regalato a un vecchio parente. Vecchio nel senso di ultra settantenne, perché alla fin della fiera iOS è davvero facile e intuitivo e di fatto è adatto davvero a tutti. A patto di non essere tecnologicamente curiosi.

Android

Immagine generica su Android

Perché se siete curiosi, o volete semplicemente spendere poco, allora dovete per forza buttarvi nel mondo Android. O, chi lo sa?, magari nel futuro FirefoxOS o UbuntuTouch. O Tezen, se non muore prima di nascere. Ma questi sistemi operativi sono ancora o precoci o non diffusi, quindi restiamo sul robottino verde.

Innanzitutto il prezzo, perché possiamo dire quello che vogliamo ma una cosa è spendere centinaia di euro per un iPhone, un’altra è tirarne fuori qualche decina per un Android. E tra tutte io sono convinto che la grande diffusione del sistema operativo di Google sia stata così ampia proprio grazie al basso costo di Android.

Lo ammetto, io sono sempre stato un fan di Android, fin dalla prima versione. Perché, dai, non si può non aspettare con trepidazione l’arrivo dei modelli Nexus 6 di Blade Runner. E se anche, temo, gli androidi cinematografici non avranno quella sigla l’idea di arrivarci, prima o poi, mi ha sempre solleticato. E data la diffusione dei primi modelli penso di non essere stato l’unico appassionato di tecnologia ad averci pensato.

Ma al di là del nome, e del prezzo, i punti di forza di Android sono anche l’integrazione con Google e la personalizzazione estrema del telefono. Partiamo da questo secondo aspetto: i codici di Android sono di pubblico dominio e chiunque può creare una propria versione del sistema operativo. E, infatti, oltre a quella ufficiale di Google tutti i produttori di smartphone hanno personalizzato alcuni aspetti. Non solo ma ci sono anche alcune, grandi, comunità di appassionati che creano e diffondono le così dette Rom. Che poi non sono altro che delle versioni speciali di Android.

Ma anche senza entrare dentro gli aspetti più tecnici basta fare un giro tra le applicazioni del Google Play, lo store ufficiale di Android, per trovare sfondi, temi, applicazioni, icone e mille altre cose per personalizzare al massimo il proprio telefono.

E a proposito di Google Play, Android ha un vantaggio enorme rispetto ai concorrenti: è integrato con le applicazioni di Google alla perfezione. Sì, è vero, Google rilascia le proprie applicazioni anche per iOS e Windows Phone, e anche quelle sono ottime. Ma quello che intendo io è una cosa più fine, quasi nascosta. Esiste, in Android, un’applicazione particolare, Google Play Services. E’ un’applicazione nascosta, che si aggiorna in automatico e che nessuno vede. Ma è importantissima, ed è alla base dei continui aggiornamenti di Android. Al di là del numero di versione Google riesce a migliorare costantemente i telefoni, e a rendere compatibili tutte le applicazioni Google, o quasi, a partire da Android 2.1 fino ad Android 4.3. O, in altre parole, la vita di uno smartphone Android è molto, molto lunga. Di certo molto di più di un iPhone o di un Windows Phone, anche in proporzione al prezzo.

Windows Phone

Immagine generica su Windows Phone

Infine ecco l’ultimo arrivato nel mondo della telefonia. No, non è esatto, diciamo che è il tentativo disperato di Microsoft di non essere tagliati fuori da questo mercato. Disperato perché oramai Android e iOS dominano. Ma, sopratutto, disperato perché Windows Phone è ancora immaturo, poco personalizzabile, con poche applicazioni e pochi modelli. Di contro non richiede molte risorse, ed è tutto sommato veloce e intuitivo quanto basta per essere usato dalla maggior parte delle persone. Ma non detto che basti.

Per assurdo la cosa migliore di Windows Phone non è legata al sistema operativo ma al telefono in cui è installato. Nokia ha fatto un ottimo lavoro con la serie Lumia, sia dal punto hardware (tra parentesi, la fotocamera è fantastica) che con le proprie applicazioni. Personalmente avrei preferito che la casa norvegese puntasse su Android, è vero, ma non posso negare il valore dei suoi prodotti.

E quindi?

Immagine generica sulla conclusione

Quindi, come è facile intuire, sia iOS che Android sono sistemi maturi, adatti di fatto a tutti, e tutto dipende dalle proprie esigenze. Se siete smanettoni, o semplicemente curiosi, o volete risparmiare vi conviene puntare su Android e non ve ne pentirete. Se volete rischiare, se vi piace la fotografia, se non vi interessano più di tanto giochini e applicazioni allora scegliete un Lumia. E se invece volete la semplicità e nessun problema allora siete tipi da iOS.

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *