Programma Gratis per il GeoTagging delle Foto

di Samuele

Quando qualche mese fa ci siamo soffermati su Picasa, ottimo programma per catalogare e organizzare foto targato Google, ci siamo dimenticati di sottolineare una sua funzione abbastanza utile. Devo ammettere che la responsabilità è del sottoscritto: all’inizio ho sottovalutato l’importanza del GeoTagging. Ma dopo aver provato l’ebrezza di poter collocare automaticamente su una mappa le mie foto, senza impazzire, non sono più riuscito a farne a meno.

Anche perché mostrare a tutti le foto dei propri viaggi, o delle proprie vacanze, usando Google Earth è una soddisfazione non da poco, oltre ad essere di sicuro effetto. Ma oltre a Google anche Microsoft offre un servizio simile, un altro programma per il GeoTagging delle foto.

Cos’è il GeoTagging di una foto

Download | Microsoft Foto

Immagine di esempio di geotagging

Ma cos’è il GeoTagging? Il nome inglese complica un po’ la comprensione, ma il concetto basilare, fondamentale, è semplice e affascinante. Quando facciamo una foto (anzi, facciamo i professionisti: quando scattiamo una foto) con la nostra macchina digitale oltre all’immagine salviamo molti altri dati. Penso che tutti noi abbiamo sentito parlare di dati EXIF: sono quelle informazioni aggiuntive che possiamo salvare in una fotografia digitale. Ovviamente la cosa base sono i pixel dell’immagine, con il colore rispettivo, ma oramai tutte macchine fotografiche più economiche permettono anche di salvare ogni fotografia con un proprio nome distintivo, la data e l’ora dello scatto. E il tipo di macchina usata.

Questi sono solo alcuni dei dati EXIF che possiamo usare. Possiamo, con i dovuti strumenti, conoscere l’autore di ogni scatto, o impostarlo noi. Possiamo anche inserire una descrizione, breve, di quanto rappresentato nelle foto. E, se la macchina fotografica è accessoriata con un GPS, sapere anche da che parte del globo terracqueo viene la foto. Come? Basta inserire nei dati EXIF la localizzazione in forma di coordinate geografiche e poi usare Google Earth per visualizzarla.

Ma se non conosciamo le coordinate del luogo in cui abbiamo fatto la fotografia? Bé, possiamo usare Microsoft Foto.

Come fare il GeoTagging di una foto

Interfaccia programma per fare il geotagging

Il prodotto della Microsoft non è stato progettato per il fotoritocco e per la creazione di foto con effetti speciali, ma ha la possibilità di modificare alcune caratteristiche delle nostre foto più facilmente. E, cosa che è centrale per il tema trattato in questo articolo, permette di accedere manualmente di dati EXIF e di modificarli semplicemente scrivendo con la tastiera del nostro PC. Non sto a spiegare tutti i dati che possiamo modificare, invito tutti però a concentrarsi sulla localizzazione della nostra fotografia.

Ci sono due modi per fare il GeoTagging di una foto: o inseriamo manualmente le coordinate geografiche della foto o facciamo trovare le coordinate stesse dal programma. Il primo caso è, se così si può dire, banale: basta scrivere i numeretti giusti, nell’ordine corretto. La seconda scelta è altrettanto semplice, anche se un pi’ più laboriosa.

Il concetto è semplice: scorriamo la mappa che abbiamo a disposizione, ingrandendo o riducendo la visuale in base a quello che ci serve. Cosa dobbiamo fare? Dobbiamo trovare il luogo in cui è stata scattata la foto e poi semplicemente indicarlo con il mouse: Microsoft Photo Tools memorizzerà le coordinate all’interno dei metadati EXIF.

Perché fare questo? Perché a partire dai dati EXIF possiamo poi usare una qualsiasi altra mappa, anche non Microsoft, per localizzare le nostre immagini. E, cosa ancora più utile, quando condivideremo le nostre fotografie con i nostri amici e parenti potranno anche loro scoprire facilmente, magari su Google Earth, da dove viene l’immagine.

Altre utilità per fotografi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.